Guida per piantare i bulbi da fiore

Piantare i bulbi da fiore può essere non solo estremamente divertente, ma può produrre risultati inaspettati nei nostri giardini e terrazzi. Le piante bulbose, infatti, forse per un fattore dovuto alla loro provenienza, sono estremamente resistenti alle basse temperature e alle intemperie. Questo rende possibile piantarli e metterli nelle situazioni ottimali per fiorire con pochissime operazioni: i vostri bulbi da fiore inizieranno la fioritura in primavera e appassiranno solo con il sopravvenire dell’inverno per poi ricominciare il ciclo in maniera autonoma alla primavera successiva.

Proprio per queste loro qualità, dunque, i bulbi da fiore rappresentano la soluzione ideale per chi non sia esperto di giardinaggio o per chi non abbia molto tempo da dedicare alla manutenzione del proprio giardino. È importante, però, seguire un procedimento semplice, ma al tempo stesso molto preciso.

Per questa ragione, nelle prossime righe, vi forniremo una piccola guida alla coltivazione dei bulbi da fiore. Grazie a queste indicazioni potrete ottenere anche voi delle splendide piante fiorite con le quali adornare il vostro giardino.

1.    Scegliete i bulbi da fiore

La prima cosa che dovrete fare, dunque, è recarvi in un vivaio per acquistare i bulbi da fiore. Dovete sapere, però, che malgrado le piante bulbose abbiano caratteristiche molto simili tra loro, presentano delle differenze sostanziali. Vi consigliamo, dunque, di scegliere i vostri bulbi da fiore in base al vostro gusto, ma anche in base al clima e allo spazio di cui disponete nel vostro giardino.

I narcisi, per esempio, sono molto resistenti e richiedono pochissime cure, soluzione ideale per chi teme di non dedicare abbastanza tempo al giardinaggio. I tulipani, invece, hanno il vantaggio di essere disponibili in ben 110 specie e in tantissimi colori, il che rappresenterebbe una soluzione intelligente per chi vuole donare al proprio giardino un tocco di colore.  Per chi non vuole aspettare l’arrivo della primavera per vedere i primi fiori, invece, l’ideale sono i bucaneve, che fioriscono alla fine dell’inverno. Se, invece, il vostro giardino o il vostro terrazzo è ben esposto al sole, allora potrete optare per i girasoli.

Quando acquistate i bulbi, inoltre, verificate che siano stati conservati in un luogo fresco e asciutto, ragione per la quale vi consigliamo di recarvi in un vivaio e di non acquistare i bulbi in supermercati o simili. Fate attenzione, inoltre, a verificare che questi non siano stati attaccati da parassiti.

2.    Acquistate la terra giusta e dell’argilla

Sempre nel vivaio in cui acquisterete i bulbi, potrete acquistare la terra nella quale piantare i vostri bulbi da fiore. Anche questa dovrà essere scelta in base alle caratteristiche della pianta bulbosa sulla quale avete orientato la vostra scelta. Vi consigliamo, inoltre, di acquistare della sabbia, per far sì che il terreno non raggiunga un eccessivo livello di umidità, che potrebbe danneggiare i bulbi. L’aggiunta di argilla, inoltre, ne incrementerà la fioritura.

3.    Piantate i bulbi da fiore

A questo punto potrete procedere con la coltivazione. Scegliete, dunque, il luogo dove piantarli, ovviamente tenendo conto delle caratteristiche del bulbo che state per piantare e il periodo preciso in cui farlo. Solitamente i bulbi da fiore vanno piantati in autunno, per la precisione da settembre ad ottobre, ma il periodo ideale nel quale piantarli varia da specie a specie.

Scavate, dunque, una piccola fossa ad una profondità pari alla metà dell’aspettativa di crescita dello stelo e piantate ciascun bulbo ad una distanza di circa 2 centimetri. Potrete scegliere, inoltre, di piantare più varietà di bulbi da fiore. Piantando diverse tipologie di bulbi vicine tra loro, potrete contare sulla nascita di interessanti ibridi. Quando avrete piantato i bulbi, ricopriteli con della terra e annaffiate il terreno.

4.    Annaffiate i bulbi

A questo punto i vostri bulbi da fiore inizieranno in maniera autonoma la loro crescita. Solitamente le piante bulbose amano le grandi quantità di acqua, per cui annaffiate il terreno con frequenza, ma facendo attenzione a non eccedere. Considerate, infatti, anche le naturali precipitazioni e i periodi di secca.

A questo punto non vi resta altro che aspettare che i vostri bulbi da fiore inizino la loro fioritura. Questo avverrà nel periodo che va dalla fine dell’inverno, come succede ad esempio per i bucaneve, agli ultimi mesi della primavera, come accade, invece, per alcune varietà di tulipani. Buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>